Business Joomla Themes by Justhost Reviews

 

DL Sviluppo: in vigore decreto per credito d’imposta 35% per assunzioni qualificate

Categoria: Ambito Legale e Tributario Pubblicato: Giovedì, 13 Febbraio 2014 Scritto da Donato Troia

 

Per  «costo aziendale», si intende il costo salariale che corrisponde all'importo totale  effettivamente  sostenuto  dall'impresa   in   relazione   ai contratti di lavoro a tempo indeterminato stipulati con i  lavoratori in possesso dei titoli di cui sopra e comprende: la  retribuzione  lorda,  prima  delle imposte; i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali e  i contributi assistenziali obbligatori per legge.

Per l'anno 2012 è agevolabile il costo aziendale sostenuto dai soggetti previsti dal presente decreto per le assunzioni o trasformazioni di contratti a tempo determinato in contratti a  tempo indeterminato, effettuate a partire  dal 26 giugno 2012. Per gli  anni successivi  sono  agevolabili  i  costi  sostenuti  per  le  medesime finalità a  partire dal 1° gennaio di ciascun anno.

L’accesso all’agevolazione è concesso in regime «de minimis» alle startup innovative e agli incubatori certificati (per le assunzioni avvenute a partire dal 19 dicembre 2012 e successive all’iscrizione dell’impresa alla sezione speciale del Registro delle imprese), soggetti per i quali è prevista una riserva di 2 milioni di euro, oltre che alle imprese localizzate nei territori dei comuni interessati dall’evento sismico del 20 e del 29 maggio 2012, identificati dall’art. 1, comma 1, del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, per le quali è riservata una quota di risorse pari a 2 milioni di euro per il 2012 e 3 milioni a partire dal 2013.

Le domande di incentivo dovranno essere presentate tramite una apposita piattaforma informatica, attenendosi alle procedure e allo schema di domanda che saranno oggetto di una successiva comunicazione del Ministero.

Il credito di imposta, riconosciuto al termine del controllo di ammissibilità, dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi e utilizzato in compensazione attraverso il modello F24.