Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

Business Joomla Themes by Justhost Reviews

 

Credito d’imposta per le attività di R&S

Categoria: Ambito Legale e Tributario Pubblicato: Lunedì, 23 Dicembre 2013 Scritto da Donato Troia

 

 Si riportano di seguito le caratteristiche salienti di questo bonus:

  • il tetto massimo di tale bonus è di 2,5 milioni di euro annui per beneficiario;
  • il bonus può essere assegnato indipendentemente dal settore in cui opera, dalle dimensioni e dalla forma giuridica del beneficiario;
  •  l’incentivo è valevole per gli anni 2014, 2015 e 2016;
  • il bonus copre fino ad un massimo del 50% degli incrementi annuali di spesa in ricerca e sviluppo in ciascuno dei periodi di imposta interessati;
  • è richiesto un investimento minimo annuo di 50.000 € in tali attività;

Sarà necessario presentare un'istanza telematica per il nuovo credito d'imposta alle imprese che investono in ricerca e sviluppo. Le modalità saranno stabilite con apposito decreto attuativo.

Per finanziare questo bonus, il Governo è intenzionato a utilizzare i fondi strutturali del Pon Competitività per 200 milioni di euro l’anno, ma la decisione è sottoposta all’approvazione della Commissione Europea. Secondo le stime, sarà possibile attivare nuovi investimenti in ricerca e sviluppo per 600 milioni di euro l’anno.

Si resta a disposizione per tutti i chiarimenti del caso.