Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

Business Joomla Themes by Justhost Reviews

 

Nuove regole per i pagamenti nei rapporti commerciali

Categoria: Ambito Contabile, Amministrativo e Fiscale Pubblicato: Lunedì, 13 Maggio 2013 Scritto da Donato Troia

 

Rapporti commerciali

Transazioni commerciali tra imprese o imprese e pubbliche amministrazioni, tranne che per i debiti oggetto di procedure concorsuali o a titolo di risarcimento del danno. Non si applica, quindi, verso i privati e gli enti associativi (nell’attività non d’impresa).

  • Normativa: D. Lgs. 231 del 9 ottobre 2002.
  • Scadenza del pagamento per legge: senza la costituzione in mora, dal 30esimo giorno (60esimo per gli enti pubblici che forniscono assistenza sanitaria o per le imprese pubbliche trasparenti) dalla data di ricevimento della fattura (o richiesta equivalente), di ricevimento delle merci o del servizio, se non è certa la data di ricevimento della fattura o se quest’ultima è anteriore a quella del ricevimento, di accertamento della conformità della merce o del servizio, se la fattura è ricevuta prima di questa data.
  • Deroghe alla scadenza: è possibile pattuire per iscritto un termine superiore ai 30 giorni (fino a un massimo di 60 giorni per la pubblica amministrazione), ma nelle transazioni tra imprese non deve essere gravemente iniquo per il creditore, nelle transazioni con una pubblica amministrazione deve essere giustificato dalla natura o dall’oggetto del contratto o dalle circostanze al momento della sua conclusione.
  • Interessi sul ritardato pagamento: 8,75% dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013. Anche minore o maggiore nelle transazioni tra imprese (non con la PA), a patto che non sia gravemente iniquo per il creditore.
  • Sanzioni per il mancato pagamento: al creditore spetta il rimborso dei costi sostenuti per il recupero del credito, senza la costituzione in mora, per un importo forfettario di € 40 a titolo di risarcimento del danno, ma può provare anche il maggior danno.

Alimentare

Cessione di prodotti agricoli e alimentari con consegna in Italia, tranne quelle concluse con il consumatore finale o fra imprenditori agricoli, i conferimenti dei soci o dei produttori alle coop agricole o alle organizzazioni di produttori o i conferimenti di prodotti ittici.

  • Normativa: Dl 01/12, art. 82 e Dl 179/12, art. 36, comma 6-bis.
  • Scadenza del pagamento per legge: 60 giorni (30 per merci deteriorabili) dall’ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura.
  • Deroghe alla scadenza: Nessuna.
  • Interessi sul ritardato pagamento: 10,75% dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013 (tasso dell’art. 5, comma 2 del D. Lgs. 231, “maggiorato di ulteriori due punti percentuali”).
  • Sanzioni per il mancato pagamento: per il debitore, sanzione amministrativa pecuniaria da € 500 a € 500.000, accertata dall’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato d’ufficio o su segnalazione di qualunque soggetto interessato.

Alcolici

Cessioni di prodotti alcolici (birra, vino, bevande fermentate diverse, prodotti alcolici intermedi e alcol etilico), a “soggetti autorizzati a immetterli in consumo”.

  • Normativa: art. 22, comma 1 della legge 29/99.
  • Scadenza del pagamento per legge: 60 giorni dal momento della consegna o ritiro dei beni.
  • Deroghe alla scadenza: Nessuna.
  • Interessi sul ritardato pagamento: 5,75% (“tasso ufficiale di sconto”, oggi di riferimento Bce, attualmente dello 0,75%, maggiorato di 5 punti percentuali), salva pattuizione superiore tra le parti.
  • Sanzioni per il mancato pagamento: il mancato pagamento costituisce titolo per ottenere il decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo.

Trasporto merci

Contratti di trasporto di merci su strada e prestazioni fatturate dagli operatori della filiera, diversi dai vettori, che partecipano al servizio di trasporto.

  • Normativa: art. 83-bis, commi da 12 a 13-bis del Dl 112/2008.
  • Scadenza del pagamento per legge: 60 giorni dalla data di emissione della fattura da parte del creditore (che deve avvenire entro la fine del mese delle relative prestazioni di trasporto). Nell’ambito dei contratti di trasporto di merci su strada, è prevista una scadenza di 15 giorni per il pagamento al vettore da parte del committente, della differenza tra quanto pagato e quanto è dovuto per legge, ai sensi dell’art. 83-bis, comma 9 del Dl 112 del 25 giugno 2008.
  • Deroghe alla scadenza: diversa pattuizione tra le parti solo se basata su accordi volontari di settore, conclusi tra le organizzazioni associative di vettori e le organizzazioni dei committenti.
  • Interessi su ritardato pagamento: 8,75% dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013 (tasso dell’art 5, D. Lgs. 231 del 9 ottobre 2002).
  • Sanzioni per il mancato pagamento: se il pagamento avviene dopo 90 giorni, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria del 10% dell’importo della fattura e comunque non inferiore  € 1.000.

Subforniture

Contratti di subfornitura.

  • Normativa: art 3 della legge 192/98.
  • Scadenza del pagamento per legge: 60 giorni dal momento della consegna del bene o della comunicazione dell’avvenuta esecuzione della prestazione.
  • Deroghe alla scadenza: diverso termine, non superiore i 90 giorni, in accordi, sottoscritti dai soggetti competenti per settore, presenti nel Cnel, in rappresentanza dei subfornitori e dei committenti o dalle rappresentanze locali dei medesimi.
  • Interessi su ritardato pagamento: 8,75% dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013, anche se la normativa sulla subfornitura parla ancora di “saggio d’interesse del principale strumento di rifinanziamento” della Bce, si ritiene corretto utilizzare il tasso di riferimento ce, maggiorato di 8 punti percentuali.
  • Sanzioni per il mancato pagamento: se il ritardo eccede i 30 giorni, il committente incorre in una penale del 5% dell’importo non pagato. Il mancato pagamento, poi, costituisce titolo per l‘ingiunzione di pagamento provvisoriamente esecutiva.

Obbligazioni

Obbligazioni con oggetto una somma in danaro.

  • Normativa: art 1284 del Codice Civile.
  • Scadenza del pagamento per legge: alla scadenza del termine, se l’obbligazione pecuniaria deve essere eseguita al domicilio del creditore (mora ex re).
  • Deroghe alla scadenza: se senza scadenza, gli interessi decorrono dalla costituzione in mora (cosiddetta mora ex persona).
  • Interessi su ritardato pagamento: 2,5% dal 1° gennaio 2012.
  • Sanzioni per il mancato pagamento: generiche previste dalla norma.

Si resta a disposizione per ogni chiarimento del caso.