Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.

Business Joomla Themes by Justhost Reviews

 

Bando ISMEA 2017. Agevolazioni per l'insediamento di giovani in agricoltura.

Categoria: Circolari Pubblicato: Sabato, 15 Aprile 2017 Scritto da Donato Troia

L’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA) incentiva con un bando operativo sull’intero territorio nazionale il coinvolgimento dei giovani nel settore agricolo. Ammonta a 65 milioni di euro lo stanziamento per finanziare le operazioni in agricoltura da parte dei giovani. L’agevolazione, chiamata appunto “Agevolazioni per l’insediamento di giovani nell’agricoltura”, si pone come obiettivo quello di sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che, per la prima volta, subentrano nelle aziende agricole in qualità di capo azienda, mediante l’erogazione di un contributo pubblico.

L’agevolazione prevede un contributo in conto interessi su finanziamenti fino a 2 milioni di euro con un abbattimento di interessi fino a 70 mila euro. Questi saranno erogabili ai giovani beneficiari per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento (dunque all’avvio dell’ammortamento dell’operazione) e per il 40% all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione.

I giovani imprenditori interessati a fare richiesta devono tenere conto dei requisiti fondamentali da possedere per avere accesso al bando. Essi dovranno avere un età compresa fra i 18 e i 40 anni, cittadinanza di uno degli Stati Membri dell’unione europea e residenza nel territorio della Repubblica Italiana. Sono richieste adeguate conoscenze e competenze professionali di settore, attestate da una laurea o un diploma in agraria, esperienza lavorativa post-diploma di almeno due anni come lavoratore agricolo o un attestato di frequenza a idonei corsi di formazione professionale. Nonostante questo, nel caso in cui il giovane, al momento della presentazione della domanda, non sia in possesso di adeguate capacità e competenze professionali, è ugualmente ammesso alla partecipazione, a condizione che dichiari di impegnarsi ad acquisire tali requisiti entro 36 mesi dalla data di richiesta ammissione all’agevolazione. Il giovane dovrà insediarsi in un’impresa individuale o in una società agricola. Entro tre mesi dall’inserimento in queste attività, il giovane imprenditore dovrà essere in possesso di determinati elementi come la partita iva, nonché l’iscrizione alla camera di commercio e al regime previdenziale agricolo.

Le operazioni fondiarie del bando ISMEA si realizzano attraverso l’acquisto a cancello aperto, ovvero vengono valutati solo i terreni e i fabbricati rurali della struttura agricola, con patto di riservato dominio. L’importo dell’operazione, richiesto per la validità della domanda, deve essere compreso fra i 250 mila euro e i 2 milioni di euro. Possono essere inoltre richieste operazioni comprese fra i 100 mila euro e i 250 mila euro, qualora si inseriscano in un contesto di arrotondamento fondiario.

La durata del piano di ammortamento dell’operazione può, su domanda del richiedente, essere alternativamente di: 15 anni (più 2 anni di preammortamento), oppure 20 anni (più 2 anni di preammortamento), oppure 30 anni (comprensivi di 2 anni di preammortamento). Il tasso annuale di riferimento massimo applicabile alle operazioni è corrispondente al tasso base vigente al momento della determinazione di ammissione delle domande alle agevolazioni aumentato fino a 220 punti base, con una soglia minima dello 0,50% annuo.

La domanda di partecipazione, compilata secondo modalità da parte dell’interessato, deve essere presentata mediante il portale dedicato http://strumenti.ismea.it. Allo stesso soggetto non è permesso di presentare più domande per questo bando. Il portale di iscrizione è operativo dal 28 marzo 2017 e gli interessati avranno a disposizione fino alle ore 12:00 del 12 maggio 2017 per fare domanda. Divisa in tre lotti, l’agevolazione copre tutte le regioni italiane con un fondo di 60 milioni totali, di cui 30 milioni per le regioni del centro-nord e altri 30 milioni per le regioni del sud, oltre ad uno stanziamento supplementare di 5 milioni di euro destinato alle aree colpite dal sisma del 24 agosto 2016.

Le domande di ciascun lotto vengono prese in considerazione e analizzate secondo l’ordine cronologico di presentazione dalla stessa ISMEA.

I nostri uffici sono a Vs disposizione per qualsivoglia chiarimento.